• Top001
    Osservo le emozioni, i sentimenti, i pensieri, le parole e le azioni che mi avvicinano alla mia parte Divina
  • titolo
    Divento consapevole delle scelte guidate dall’amore e di quelle guidate dalla paura
  • Top003
    Quello che desidero profondamente è contatto e condivisione
  • Fp004
    Hai un dono bellissimo, un talento Divino che vuole esprimersi. Devi solo fare il primo passo…

Il Blog di Silvia Pallini

Caro Lettore/Lettrice,

accompagnare le persone, per un tratto della loro strada, fa parte del mio percorso; ho sempre avuto, sin da bambina, la “spinta” a contribuire al benessere degli altri, con la stessa voglia, lo stesso desiderio di condividere la gioia, la consapevolezza e l'armonia con ogni creatura che abita il nostro bel pianeta.

  • Da sempre so che ognuno ha le sue ragioni per fare quello che fa ed essere esattamente quello che è, anche quando le azioni che compie sono distruttive e pericolose per se stesso e per gli altri.
  • Cosa spinge però creature tanto belle e piene di talento a fare del male a se stesse, ai propri simili, agli animali e alla nostra Madre Terra...?

Adesso, dopo aver guardato profondamente dentro di me e dopo aver “esplorato” il mondo interiore di migliaia di persone che si sono fidate di me, ho una risposta sufficientemente chiara.

Ci sono alcuni passi indispensabili da fare, a parer mio ovviamente, per costruirsi un “oggi” che valga la pena di essere vissuto.

Ne elenco alcuni:

  • Essere disponibile a mettersi in discussione, a prendere in considerazione che non sai già tutto, che quello che ti hanno insegnato e che hai sempre creduto vero potrebbe non esserlo.
  • Quindi essere disposto a fare spazio al nuovo. Se continui a guardare dove hai sempre guardato vedrai quello che hai sempre visto, magari rischi di perderti un universo di altre possibilità.
  • Questo potrebbe significare concretamente leggere libri stimolanti, vedere video o film, parlare con persone che hanno esperienze completamente diverse, insomma imparare ad ascoltare senza preclusioni, fidandosi del proprio cuore. La mente difende le vecchie posizioni per sentirsi al sicuro, ma il cuore quando sente una verità la riconosce, il cuore SA.

 


​Il mio invito è a lasciarti guidare dal tuo cuore, dal tuo istinto, dalla tua curiosità per scoprire, attraverso questo Blog,  nuovi spazi, mondi e dimensioni in un viaggio alla ricerca del proprio Massimo Bene.


​- Silvia Pallini

04 Aprile 2015

Costellazioni Familiari: Una lettera ai miei Genitori

Postato in La memoria delle cellule

Dedicato ai miei Genitori

Costellazioni Familiari: Una lettera ai miei Genitori

Questa è una bellissima lettera che la signora Dyksta ha scritto ai propri genitori dopo vari anni che aveva iniziato un percorso interiore anche con l'aiuto delle costellazioni familiari di Bert Hellinger. La signora ha percorso un lungo viaggio interiore che probabilmente è riuscito a sciogliere il dolore interno congelato e a rendere consapevole il suo senso di solitudine e di rancore verso i propri genitori.

03 Aprile 2015

La Comunicazione non Violenta secondo il metodo di Marshall Rosenberg

Postato in Comunicazione efficace

Cosa significa donare col Cuore?

La Comunicazione non Violenta secondo il metodo di Marshall Rosenberg

Un giorno mentre aspettavo una corriera alla stazione degli autobus di San Francisco, mi trovai a leggere un cartello sul muro che diceva: "Ragazzi: non parlate agli sconosciuti". Lo scopo evidente di tale cartello era quello di avvisare gli adolescenti dei pericoli che li attendono in una grande città: tanti malintenzionati, per esempio, abbordano gli adolescenti che sono fuggiti di casa e che vagabondano per le stazioni. Con falsa gentilezza, offrono loro amicizia, un posto dove stare, magari droghe. Nel giro di poco tempo, li costringono a prostituirsi per loro.

03 Aprile 2015

La Comunicazione non Violenta di M. Rosenberg

Postato in Comunicazione efficace

Scopriamo i bisogni che ci impediscono di donare dal cuore

La Comunicazione non Violenta di M. Rosenberg

Quando ero piccolo mio padre mi diceva: "Fammi una tazza di tè". Non mi chiedeva mai se ero impegnato a fare qualcos'altro o se avevo voglia di fargli il tè. Sentivo le sue parole come una PRETESA e, dato che avevo paura delle conseguenze se non obbedivo, finivo ogni volta per preparargli una tazza di tè con riluttanza.

03 Aprile 2015

Le Costellazioni Familiari: senza radici non si vola

Postato in La memoria delle cellule

Tutto quello che fa parte della nostra vita, relazioni, beni, salute, è la realizzazione nella materia del nostro mondo interiore

Le Costellazioni Familiari: senza radici non si vola

Se dentro di noi c'è guerra la sperimenteremo fuori, con il compagno, con i figli, i colleghi ecc Se dentro di noi c'è mancanza la sperimenteremo fuori come povertà o difficoltà economiche. Se dentro di noi ci sono conflitti li sperimenteremo fuori come malattia. Nessuno di noi ha colpa per quello che vive dentro di sé, ma ne è responsabile, nel senso che ne paga le conseguenze. Sono molti i fattori che determinano il nostro modo di sentire, il nostro mondo interiore.

 

<<  7 8 9 10 11 [12

Se vuoi approfondire con me questo argomento scrivimi.

Vai su latuavitapienamente logo
E scopri le pubblicazioni di Silvia, i corsi e tutti gli eventi.