01 Novembre 2018

Bambini, ragazzi, videogiochi e tecnologia

Posted in Essere Genitori

Bambini, ragazzi, videogiochi e tecnologia

Molti genitori di bambini e adolescenti si lamentano del comportamento dei loro figli, sono dispiaciuti che questi ragazzi trascorrano tante ore al pc o con videogiochi violenti o comunque stupidi e inutili. Spesso intervengono punendo o controllando oppure cercando di distrarre i figli proponendo altro.

Capisco perfettamente il disagio di questi genitori che si preoccupano per la salute sia fisica che emotiva dei propri figli, ma credo che occorra andare un po’ più in profondità, per esempio mi sembra utile chiedersi a quale BISOGNO dei ragazzi risponda il videogioco o filmati vari che possono trovare con facilità su YouTube.

Se diamo un’occhiata al mondo degli adulti il panorama non cambia molto, ovviamente se siamo disposti ad essere onesti con noi stessi. Noi... genitori, educatori, insegnanti, persone comuni.

- Quanto tempo trascorriamo alla tv, al pc, su Facebook e altro?
- In quali modi ci distraiamo?
- Quanto è stuzzicante la violenza, anche quella sessuale?

videogames silvia pallini3

Il giudizio su noi stessi (che però avvertiamo sugli altri) ci impedisce di guardarci veramente dentro, ci tranquillizziamo con... ‘si fa per passare un’ora’, ‘ma dai, si scherza’, ‘tanto così per fare’, ‘lo fanno tutti’, eccetera.

Ma di nuovo la domanda è la stessa... per rispondere a quale nostro BISOGNO facciamo quello che facciamo?

Personalmente, adesso dopo tanti anni di ricerca, studio e sperimentazione, sono convinta che la natura degli esseri umani sia intrinsecamente pacifica, amorevole, collaborativa; ma noi non nasciamo come un foglio bianco, nasciamo già scritti, già segnati dalla storia dei nostri genitori e antenati, possiamo dire che nasciamo già ‘informati’ da tutta una serie di vissuti reali e concreti che hanno forte carica emozionale e che, se non visti ed elaborati, condizioneranno la nostra intera esistenza.

Siamo tutti nati con una storia di dolore, violenza, ingiustizia e soprusi sulle nostre spalle. A proposito... se ti chiedessi quanto peso senti di portare sulle tue spalle cosa risponderesti?

Cosa c’entra questo con i video giochi, la tv e il pc?
Molto. I sopra citati sono strumenti di distrazione e/o di sfogo.


Ma da cosa ci dobbiamo distrarre?
Per cosa ci dobbiamo scaricare o sfogare?

Stiamo parlando di frustrazione e di rabbia.

- Quanto sei soddisfatto della vita che stai facendo?
- Ti senti professionalmente riconosciuto e apprezzato?
- Affettivamente come va?
- Ti senti nutrito dalle tue relazioni?

- Quante volte ti capita di perdere la pazienza e arrabbiarti?
- Quante volte ti trattieni per non esplodere?

videogames silvia pallini2

Questo nostro mondo interiore è COMPLETAMENTE sentito e conosciuto dai nostri figli.

Attenzione, non sto dicendo che siamo sbagliati e cattivi, sto dicendo che portiamo dentro rabbia e dolore che abbiamo imparato a dissimulare, negare, reprimere.

I mezzi di distrazione sono perfetti allo scopo.

Se non siamo in contatto con la rabbia e la violenza dentro di noi non sapremo accogliere quella dei nostri figli e insegneremo loro quello che è stato insegnato a noi.


Fingere, reprimere, negare, coprire, compensare.

Iscriviti subito alla Newsletter di Silvia!
Please wait

Se vuoi approfondire con me questo argomento scrivimi.

Vai su latuavitapienamente logo
E scopri le pubblicazioni di Silvia, i corsi e tutti gli eventi.