21 Maggio 2015

Dobbiamo smettere di sognare e avere i piedi per terra?

Posted in Siamo noi a creare la nostra realtà

Dobbiamo smettere di sognare e avere i piedi per terra?

Da bambini ci hanno detto che per essere buoni e giusti, e di conseguenza apprezzati e accettati, dobbiamo imparare ad essere come gli adulti ci vogliono, ci dobbiamo comportare come loro: stare al nostro posto, non esprimere quello che sentiamo e vogliamo veramente, accettare di buon grado giudizi e punizioni per il "nostro bene".



Inoltre non dobbiamo avere aspettative troppo alte, bisogna essere realistici, smettere di sognare e avere i piedi per terra.

Trattenere la gioia e gli impulsi al gioco, al divertimento e alla Vita.

Occorre imparare prima possibile che la vita è dura, i genitori lavorano duramente e a noi bambini è chiesto di fare il nostro lavoro, studiare diligentemente senza lamentarsi, ma anzi essendo felici per questa bella possibilità di ottenere un diploma o una laurea.

Il grande impegno degli adulti è quello di reprimere ogni guizzo di diversità, spontaneità, creatività, non perché sono cattivi ma perché così è stato fatto a loro.

Nessun bambino riesce a rispondere alle richieste del mondo degli adulti senza provare dolore e rabbia.

Ma siccome dolore e rabbia non sono accettati, ogni bambino inventa la propria strategia per non manifestarli o manifestarli il meno possibile o in maniera traslata (per esempio: sono tanto arrabbiato perché non voglio andare a scuola, allora mi ammalo).

Ogni essere umano è stato creato per essere libero di essere com'è e ogni limitazione produce rabbia. La rabbia non espressa produce sintomi fisici e emotivi.

A questo punto le nostre ali sono state tagliate.

Ma possono ricrescere...

- Silvia Pallini

Iscriviti subito alla Newsletter di Silvia!
Please wait

Se vuoi approfondire con me questo argomento scrivimi.

Vai su latuavitapienamente logo
E scopri le pubblicazioni di Silvia, i corsi e tutti gli eventi.