22 Febbraio 2018

La fisica quantistica e il ruolo della fiducia (fede) nella nostra vita

Posted in Siamo noi a creare la nostra realtà

La fisica quantistica e il ruolo della fiducia (fede) nella nostra vita

Meglio aver paura che buscarne oppure fidarsi è bene, non fidarsi è meglio’
Sicuramente avrai sentito anche tu frasi di questo tipo ed è probabile che interiormente tu sia, in una certa misura, d’accordo.

Per contro a tutti noi è stato insegnato che occorre avere fede, ma...

- fede in cosa, o in chi?
- Che cos’è la fede?
- Che importanza ha nelle nostre vite?
- Perché negli antichi testi la mancanza di fede è considerata un peccato?
- Come possiamo avere fede?

Il ragionamento che intendo svolgere non ha niente a che vedere con le religioni, parlo di un tipo di fede, o fiducia, molto pratica e attinente ai nostri affari quotidiani.

Per avere un quadro chiaro sulla tesi che voglio esporre, cioè il ruolo della fede nella nostra vita, occorre prima fare un salto in un ambito che sembra molto distante (in realtà non lo è affatto), nella ricerca scientifica e dare un’occhiata alle scoperte della fisica dei quanti che hanno impegnato grandi menti negli ultimi cento anni.

fisica quantistica campo quantico2

I ricercatori sanno, ormai da decenni, che nel mondo infinitamente piccolo, quello degli degli atomi, vigono leggi che sembrano senza senso. Noi, come tutta la materia, siamo fatti di atomi quindi l’argomento ci dovrebbe interessare.

La prima stranezza consiste nell’osservare che la materia non è affatto solida come i nostri sensi la percepiscono e una seconda grande stranezza è venuta a galla quando i ricercatori hanno cercato di suddividere la materia fino ad osservarne le parti più piccole che sono indivisibili, prima si era creduto che fossero gli atomi, poi procedendo con tecnologie sempre più sofisticate sono arrivati ai quanti, e hanno dovuto prendere atto che i ‘mattoncini’ infinitamente piccoli che credevano solidi, piccole particelle di materia, in realtà hanno una duplice identità: si presentano sia come particelle sia come onde di energia.


Questa scoperta ha creato non poco scombussolamento nell’ambito della fisica classica, che credeva di aver già scoperto praticamente tutto quello che riguardava la materia e le leggi che la regolano.

È venuto fuori un mondo completamente diverso, fatto non di certezze ma di probabilità. Il famoso esperimento della doppia fenditura, e molti altri successivi, ha mostrato che la sostanza di cui è fatto l’Universo, noi compresi, è Coscienza, e che la Coscienza ha le sue leggi, assai diverse da quelle che regolano il mondo macroscopico di materia con cui noi facciamo i conti tutti i giorni.

fisica quantistica campo quantico

Così adesso siamo in molti ad aver compreso che il mondo della Coscienza è più profondo e sottende al mondo della materia. Per dirla in parole semplici, la Coscienza crea programmi che poi la materia realizza.

Quindi stiamo andando verso la comprensione che è più utile e produttivo dirigere la propria attenzione al livello in cui i programmi vengono progettati piuttosto che al livello in cui sono già diventati materia. Per capirsi... è molto più faticoso modificare una casa già costruita che non il progetto su carta.

 


La Coscienza crea realtà, materia, situazioni ed eventi. Noi siamo Coscienza, piccole particelle della Coscienza Cosmica e, come tali, capaci di creare.


 

  • Ma come facciamo noi a creare?
  • E perché stiamo creando una realtà che non ci piace?

Torniamo all’esperimento delle doppia fenditura (il mio consiglio è quello di documentarsi in merito, trovate tutto su YouTube), i ricercatori hanno scoperto che l’atto di osservare determina il collasso dell’onda di energia che diventa materia.

Ci sono tante realtà possibili, l’attenzione su una sola di queste fa si che tutte le altre vengano escluse e si manifesti solo quella osservata.

 fisica quantistica campo quantico3


Significa che il nostro modo di osservare, o meglio ancora, il filtro attraverso cui osserviamo, determina quale situazione portiamo dal mondo della Coscienza al mondo fisico.


  • A questo punto conoscere il proprio filtro diventa di vitale importanza, infatti tutto ciò che credo di me stesso o del mondo, tutto ciò cui do attenzione DIVENTA REALTÀ.

 

E eccoci alla fiducia o fede.

Se mi aspetto di essere circondata da persone amorevoli e collaborative sarà quello che sperimenterò, ma se invece mi aspetto ostacoli e problemi avrò esattamente quel tipo di esperienza.

Quindi se il nostro filtro fosse ‘dorato’, se avessimo imparato che siamo circondati da un universo amorevole che ha cura di noi, se ci sentissimo perennemente in armonia con tutto e tutti vivremmo nel Regno dei Cieli, qui in Terra ovviamente.

Invece la nostra capacità di fidarci è stata minata da piccolissimi, per esempio se durante il parto abbiamo avuto paura di morire (situazione molto frequente) abbiamo perso la fiducia in nostra madre che avrebbe dovuto proteggerci (dall’ottica del piccolino che siamo stati).

Oppure tutte le volte che ci siamo sentiti soli, puniti, sbagliati, giudicati, eccetera, abbiamo perso fiducia in noi stessi e in chi avrebbe dovuto amarci.


Questa incapacità di fidarci, di abbandonarci al flusso della vita, oltre a costarci tanta fatica determina pure le situazioni difficili che creiamo o attraiamo durante le nostre giornate.


Tornando quindi alle domande iniziali riguardo alla fede adesso possiamo provare a dare una risposta più convincente.

Domanda:
- Fede o fiducia in chi o in cosa?

Risposta:
Dal momento che siamo parte della Coscienza Cosmica o Divina è sufficiente accorgersi di Chi siamo veramente; per farlo occorre allargare i confini della propria mente. Quando possiamo avere un quadro un po’ più chiaro del senso delle cose la fede sarà una conseguenza spontanea, ci accorgeremo che tutto è perfetto così com’è e che possiamo abbandonarci totalmente e fidarci di quel Dio che è il nostro Se Superiore.


 50417Se vuoi approfondire questo argomento, ti consiglio la visione del Film LUCY

 

 

 

 

 

 

51n8X1ruAL. SX369 BO1204203200 e la lettura del Libro La Scienza perduta della preghiera di Gregg Braden

 

 

 

 

 

 

 

 

Iscriviti subito alla Newsletter di Silvia!
Please wait

Se vuoi approfondire con me questo argomento scrivimi.

Vai su latuavitapienamente logo
E scopri le pubblicazioni di Silvia, i corsi e tutti gli eventi.