12 Ottobre 2018

La legge di Risonanza: Perché nonostante io mi comporti bene mi torna indietro poco o niente?

Posted in Siamo noi a creare la nostra realtà

La legge di Risonanza: Perché nonostante io mi comporti bene mi torna indietro poco o niente?

Frequentemente mi vengono fatte le seguenti domande

“Perché nonostante io mi comporti bene mi torna indietro solo dolore e cattiveria?”
e
“Perché bambini e animali sono vittima di ingiustizia e cattiveria umana?”

Prima di tutto voglio specificare che quello che dico è vero per me, non pretendo di avere la verità in tasca, esprimo come la sento io...

Non credo esista un Dio che punisce, quindi se ti comporti male ti castiga mandandoti situazioni difficile, malattie o incidenti, e neanche facendoti reincarnare in uno scarafaggio, oppure condannandoti ai tormenti dell’inferno di fuoco. Non esiste neanche un Dio che premia, quindi se sei stato buono andrai in paradiso dopo la morte e nel frattempo diventerai famoso e rispettato (anche se neanche questa idea fa parte del nostro sottofondo religioso, meglio il sacrificio fino a che siamo sulla Terra, il premio arriverà dopo)

Questo modo di vedere Dio è una proiezione dei comportamenti disfunzionali dei genitori umani, da loro venivamo premiati o puniti sulla base del nostro comportamento ma ancora di più sulla base dei loro umori.
Non esiste alcun Dio che premia o punisce.


Ma se non esiste una volontà divina dietro agli accadimenti della nostra vita allora tutto dipende dal caso... dalla sfortuna o dalla fortuna?

  • Oppure esiste quella cosa che in oriente viene chiamata karma?
  • Cos’è veramente il karma?

legge di risonanza

Sono convinta che quello che chiamiamo Dio, e che siamo abituati ad immaginare come una persona, sia Coscienza amorevole, sia l’Energia d’Amore che che noi umani, seppure a sprazzi, conosciamo. Perché fa parte di noi. Perché siamo particelle di questa Energia e ne manteniamo le caratteristiche. Tutti quanti siamo Particelle di questa Energia, quindi particelle di Dio.

Credo che noi umani abbiamo scelto di fare questa esperienza nella materia, sul pianeta Terra, per sperimentarci in un contesto che ci metta seriamente alla prova, e la dualità della dimensione umana è perfetta allo scopo. Se fossimo vissuti conoscendo solo amore non avremmo potuto scegliere. Ci sarebbe stato solo amore e ci sarebbe andato bene. Ma non avremmo potuto esercitare il libero arbitrio, la capacità di scegliere personalmente, momento per momento, la direzione da dare alla nostra vita.

legge di risonanza4

Se tutto fosse bianco, per quanto bello il bianco possa essere, non avremmo la possibilità neanche di scegliere il bianco, perché non avremmo mai sperimentato altro. Se invece proviamo molti colori e molte sfumature, alla fine possiamo scegliere il bianco, ma questa volta sarà sulla base di una decisione motivata dalla nostra esperienza, quindi completamente scelta.

Dio, la Coscienza Suprema, l’Amore, o come lo vogliamo chiamare ha creato Leggi che regolano la vita, tutta quanta, quella degli umani e quella dell’Universo. Da sempre noi creature dotate di Divinità intrinseca ci scervelliamo per arrivare alla comprensione del funzionamento di tutte le cose e di noi stessi. Studiamo e, gradualmente, scopriamo Leggi Universali, assecondando le quali progrediamo sia tecnologicamente che spiritualmente.


LA LEGGE DI RISONANZA

Abbiamo detto che Dio non punisce e non premia, quindi gli eventi e incontri della nostra vita sono frutto di casualita?

  • Se una persona perde il lavoro, o si ammala, o vive in povertà è semplicemente sfortunata?
  • Se invece trova un lavoro fantastico o incontra l’amore della vita è fortunata?
  • Da cosa dipendono la fortuna o la sfortuna?

 

La Legge di Risonanza, o Legge dell’Amore, risponde cosi:

Niente accade per caso, ma ogni cosa, evento, incontro o situazione è creato o attratto da una frequenza.


La frequenza delle nostre emozioni, che siano rabbia, paura o amore e gratitudine INFORMANO la Sostanza Spirituale che risponde con eventi, incontri e situazioni sulla stessa esatta banda di frequenza.

Nessuna divinità giudica buono o cattivo quello che creiamo o attraiamo, siamo noi che sperimentando le conseguenze di quello che facciamo o diciamo, gradualmente ci spostiamo nella direzione del bene. Ognuno di noi quando prova dolore cerca un modo per cambiare e togliersi dalla situazione spiacevole. Abbiamo provato ad attaccare e aggredire, a difenderci, a scappare, a fare finta di nulla, a distrarci, a cercare di salvare il mondo, ecc. Niente di questo ha funzionato.

Adesso siamo pronti per assumerci la responsabilità della nostra vita e delle nostre azioni. Certo rimane comunque più facile sentirsi vittima e dare ad altri la colpa di ciò che fa male ma, appunto, abbiamo sperimentato che non funziona, le cose non cambiano.

La legge di risonanza ci mostra che il mondo è uno specchio, tutto quello che entra a far parte della nostra vita l’abbiamo attratto noi con la frequenza/informazione dei nostri sentimenti ed emozioni. Così se ci sentiamo sbagliati, inadatti e sfortunati incontreremo persone e situazioni che ci confermeranno quello che crediamo.


Se ci sentiamo pieni di vita e grati per la bellezza che ci circonda incontreremo abbondanza.

legge di risonanza5

Nessuno ha colpa se in fondo al cuore si sente sbagliato, diverso, solo; se sente che il mondo è un luogo pericoloso abitato da loschi individui. Ha imparato da piccolo a vedere attraverso un filtro grigio. Ma continuerà a fare esperienze su questa frequenza.

La mia risposta quindi alla domanda ‘perché nonostante io mi comporti bene mi torna indietro poco o niente?’
è... perché tu non ti ami, non ti apprezzi e non senti di meritare amore e abbondanza.

Perché anche bambini piccoli o animali vivono ingiustizie?

I bambini sono anime che scelgono di tornare sulla Terra per fare una determinata esperienza, nessuno può sapere cosa spinge quell’anima a scegliere un corpo menomato o una morte precoce, ma sicuramente se questa è la sua scelta ha i suoi buoni motivi, e secondo me non significa affatto che si deve punire per ‘peccati’ commessi in un’altra vita. Forse invece è un’anima grande che sa di ‘toccare’ la vita di tante persone, magari facendo loro un servizio... al servizio di un Amore più grande.

Anche gli animali sono creature al servizio dell’evoluzione, sia umana che del pianeta. Sanno quello che fanno e lo fanno per amore, sono particelle della stessa Sostanza Spirituale di cui tutti siamo parte.

Non ci sono errori, solo esperienza. Lo scopo?
Fare il percorso... dalla paura all’Amore.

 

- Silvia Pallini

Iscriviti subito alla Newsletter di Silvia!
Please wait

Se vuoi approfondire con me questo argomento scrivimi.

Vai su latuavitapienamente logo
E scopri le pubblicazioni di Silvia, i corsi e tutti gli eventi.