17 Marzo 2020

Coronavirus: come tutti mi sono sentita destabilizza da questa situazione

Posted in Osservando noi stessi

Coronavirus: come tutti mi sono sentita destabilizza da questa situazione

Adesso mi sento meglio, sono giorni che mi sto arrovellando il cervello per cercare di capire cosa stia realmente succedendo.


Le sensazione di fondo è quella (ovviamente roba mia) di essere presa per i fondelli, ci raccontano bazzane mascherate da verità e pretendono che noi le crediamo.

So perfettamente che quanto stiamo e sto vivendo è creato e attratto dal nostro e dal mio mondo interiore ed ha lo scopo di portare in superficie emozioni e sentimenti repressi e bloccati... e ci sta riuscendo perfettamente, quindi non posso che ringraziare questa situazione. Posso fare finta di essere immune, di aver trovato una centratura, di avere tutte le risposte... ma non è così.


Come tutti mi sono sentita destabilizza da questa situazione e il non comprendere quali giochi di potere ci fossero sotto mi procurava tanta rabbia.

 

silvia pallini blog coronavirus7


Non ho mai avuto paura del contagio perché sono convinta che la ‘malattia’ non si prende a caso ma i sintomi sono sempre la conseguenza di quello che sentiamo, ed è evidente che questa situazione alimenta potentemente le paure.

Ho una suocera di 93 anni che quando sta bene è assolutamente autonoma ma quando ha qualunque sintomo regredisce e torna ad essere una bambina bisognosa totalmente dipendente dalle parole del dottore. Immagino cosa sarebbe successo se a seguito di un po’ di tosse e qualche linea di febbre si fosse trovata in ospedale manipolata da persone chiuse in scafandri protettivi e guardata come fosse un’appestata... immagino una crisi respiratoria sarebbe stato il minimo.

Puntualizzo che il personale sanitario sta facendo il massimo e chiaramente anche loro sono sconcertati e spaventati, non hanno colpa di niente, ma i pazienti avvertono secondo voi la loro paura?


Come si sentiranno i ‘malati’?


Quindi il mio problema non è mai stata la paura del contagio ma come vi dicevo la rabbia del sentirmi manipolata, del sentire che le persone spaventate non si accorgono di essere manipolate e della mia impossibilità di fare qualcosa di utile a me e agli altri. Ho letto e ascoltato molte persone di diverse estrazioni e professioni per il bisogno di capire cosa si nasconde sotto questa che io vivo come una enorme dimostrazione di forza.

Ora credo di poter tirare le fila e questo appunto mi rilassa.


Se volete allego un testo preso da Facebook che secondo me riassume abbastanza bene la situazione geo politica che sta dietro a questo casino.


Chiaramente è solo la mia opinione e se qualcuno ha ulteriori chiarimenti ben venga.


Comunque sia il punto centrale di questa situazione rimane il seguente:


- Perché sto e stiamo vivendo tutto questo?
- A cosa mi e ci serve?
- Cosa devo e dobbiamo imparare?
- Che impatto avrà sul mio e vostro futuro?
- Cosa posso fare adesso per il mio e vostro Massimo Bene?


Queste sono le mie (provvisorie perché tutto evolve rapidamente) risposte:


- PERCHÉ STIAMO VIVENDO QUESTA SITUAZIONE ?


Stiamo vivendo questa situazione perché la Terra sta facendo un grande passaggio vibrazionale, niente di esoterico, si tratta del livello di presenza e di coscienza delle persone, per intendersi meglio... molte persone sono diventate consapevoli di avere dentro una parte ferita e non cresciuta che però ha finora gestito la loro vita, cioè si sono accorte di essersi lasciate trascinare da paure, insicurezze, vergogna, ecc.


Fino a che non ci osserviamo e non riconosciamo in noi la causa di quello che non funziona nella nostra vita non possiamo trovare soluzioni utili.


Per secoli questi bambini interiori spaventati e feriti hanno combattuto gli uni contro gli altri per accaparrasi cose, potere e amore. Non ha funzionato. Adesso molte persone si stanno occupando dei propri impulsi espressi o repressi (sempre il bambino interiore) e stanno cercando una modalità adulta e amorevole di stare con se stessi e con gli altri.


Ci stiamo accorgendo che l’unico modo di vivere che ci soddisfa è stare nell’amore, nella collaborazione e nella fiducia.


Questa nuova energia che si sta spandendo in tutto il globo trova sacche di resistenza che sono ben espresse da quanto sta accadendo ora nel mondo.


- A COSA CI SERVE?


Sostanzialmente a guardare dentro di noi e osservare le emozioni che se ne stanno quiete quando va tutto bene, ma che emergono con forza quando un evento esterno pigia un nostro tasto sensibile.


Quindi potrebbe essere utile monitorare se stessi, e non credo sia utile raccontarsi balle, cioè dirsi ‘andrà tutto bene’ quando interiormente proviamo panico o terrore. Meglio guardare il panico o il terrore o la rabbia e chiedersi dove aggancia questa situazione... quanti anni ho quando provo quella paura o rabbia ma non posso fare niente, neanche parlarne con qualcuno.


E magari può essere utile prendersi in braccio quella creatura spaventata dentro di noi e semplicemente dirle:

"hai ragione amore mio, mi dispiace di averti trascurato per tanto tempo."


- COSA DOBBIAMO IMPARARE?


Direi ad ascoltare noi stessi perché è l’unico modo per poi essere disponibili ad ascoltare gli altri.

Come posso rispettare la rabbia, la paura, il senso di colpa e di ingiustizia di un’altra persona se non riesco neanche a riconoscerle in me...?


Il giudizio, la separazione, il bisogno di avere ragione nascono da quella nostra parte bambina che non si sente vista, protetta e ascoltata.


Ma di chi è la responsabilità di vederla, proteggerla e ascoltarla?


Pretendiamo di essere visti, protetti e ascoltati da altre persone e da istituzioni (stato, sanità, religione, scienza) e poi, ovviamente non soddisfatti, ci arrabbiamo.


- CHE IMPATTO AVRÀ SUL NOSTRO FUTURO


Quello che noi scegliamo oggi diventa il seme del nostro domani.

Personalmente credo che questo scrollone sveglierà tante coscienze addormentate e quindi ci aiuterà ad accogliere i grandi, immensi cambiamenti che sono già in atto, possiamo lottarci contro oppure scegliere di comprendere e utilizzare al meglio quanto l’evoluzione umana sta producendo. Magari un modo dove la tenologia ci permetterà di avere tanto più tempo a disposizione, forse la nostra creatività servirà per risolvere i problemi legati all’inquinamento o allo smaltimento dei rifiuti, eccetera.


Magari una scuola fatta su misura per i BISOGNI reali dei bambini, senza punizioni, confronti e costrizioni.


Magari una sanità non più basata su interessi economici ma su quello che le persone sentono e sono.


E potrei andare avanti... ma avete capito.


Dipende da noi, da come scegliamo di usare il nostro libero arbitrio, perché non verrà nessuno a salvarci, lo possiamo fare solo noi se rimaniamo connessi al nostro cuore e alla nostra Parte Divina.


- COSA POSSO FARE ADESSO PER IL MASSIMO BENE

(mio o degli altri è la stessa cosa)


Come dicevo prima principalmente non raccontarsi balle, ascoltarsi e usare questa situazione per entrare in contatto con le nostre parti più profonde e rinnegate.


Stare nell’ascolto del proprio corpo e permettersi di fare quello che in questo momento ci fa stare meglio... anche urlare o piangere, o scrivere una lettera piena di rabbia o ascoltare musica o qualunque altra cosa ci faccia sentire meglio.


Io passeggio e con mio marito stiamo tagliando la siepe di alloro che è enorme, una faticaccia ma sento che mi fa bene.


Condividere più possibile i propri sentimenti rimanendo aperti ai sentimenti degli altri specialmente se nascono da posizioni o pensieri diametralmente opposti ai nostri.
Usciamo vincenti solo insieme a tutti gli altri.


Per non opporsi a niente occorre trovare pace dentro, io la trovo nella fiducia, so che superata questa fase saremo tutti un po’ cresciuti... anche nell’Amore.

 

- Silvia Pallini

silvia pallini blog coronavirus3

 

Iscriviti subito alla Newsletter di Silvia!
Please wait

Se vuoi approfondire con me questo argomento scrivimi.

Vai su latuavitapienamente logo
E scopri le pubblicazioni di Silvia, i corsi e tutti gli eventi.