20 Aprile 2018

Perché abbiamo Paura di deludere, di non essere capace, di rimanere da solo?

Posted in Osservando noi stessi

Perché abbiamo Paura di deludere, di non essere capace, di rimanere da solo?

La paura ti impedisce di fare scelte utili per te. Paura di deludere, di non essere capace, di rimanere da solo, eccetera. Non puoi non avere paura, la parte non cresciuta di te ha paura e basta. Fino ad ora hai negato a tutti questa paura, anche a te stesso, hai tenuto duro cercando di mascherarla e non ha funzionato. Adesso è il momento di dare empatia a te stesso, condividendo con coloro che ami quello che senti veramente, lasciando vedere la tua vulnerabilità. Farai un regalo a te stesso e al mondo, autorizzerai gli altri a mostrarsi come sono.

Hai imparato che essere forte è un valore, non c’è posto per le lacrime e l’esternazione del dolore; chi nella tua famiglia ti ha mostrato questo modello?

L’avere paura è considerata una debolezza e non puoi permettertelo, ma cosa ne fai di questa paura, dove la nascondi? Quali atteggiamenti hai assunto per negarla?

Sai, praticamente ogni nostro comportamento e pensiero che non sia Vero, quindi d’Amore, è la conseguenza di profonde, spesso nascoste paure. 

 


Se tu non avessi paura non lotteresti per dimostrare al mondo il tuo valore, non ti esauriresti nel tentativo di accumulare denaro, non sentiresti invidia o gelosia nei confronti di chi, secondo te, riesce meglio o possiede di più, non sprecheresti un sacco di energia per il bisogno di controllare i tuoi figli o altre persone, non impiegheresti il tuo prezioso tempo a fare quello che non ti va di fare, ma che senti il dovere di fare.


 

bambino interiore5

 

Tutto quello che ti causa stress è il risultato di paure, spesso così profonde e negate da non apparire minimamente alla coscienza. Se vuoi che la tua vita cambi veramente hai bisogno di fermarti e guardare dentro di te perché la realtà esterna è la proiezione del tuo mondo interiore, nel senso che i tuoi sentimenti di paura emanano una frequenza/informazione che attira e crea esattamente le situazioni da cui, anche inconsciamente, fuggi.

Quale parte di te ha paura?

Ovviamente la parte bambina. Ed ha tutta la ragione del mondo ad avere paura.


paura2Torna nella tua infanzia… respira… rilassati e senti dall’interno, dal cuore, quanta paura questo bambino ancora nascosto dentro di te ha provato… e per quanto tempo.

Certamente ci sono stati molti momenti belli e sereni, non si tratta di negarli, ma di tenerli come una risorsa, cui spesso però non puoi attingere perché la parte bambina è bloccata da tante situazioni traumatiche negate perché non riconosciute come tali.

Se guardi indietro nella tua vita, quante cose non rifaresti o faresti diversamente?

Probabilmente ti giudichi, ma chiediti quale parte di te teneva le redini della tua vita in quei momenti… era un adulto sano e centrato o un bambino spaventato, arrabbiato e disperato?

Il bambino in te non ha bisogno di essere ancora giudicato e rimproverato o punito, questo rinforza le sue paure; invece ha bisogno che la tua parte adulta lo veda, senta il suo dolore e gli dia empatia e considerazione.

Quando si presenta un problema cosa fai?
Osserva cosa senti e come reagisci…

Forse ti agiti e cerchi una soluzione più velocemente possibile, forse ti dai da fare per sostenere e consigliare gli altri, oppure cerchi un colpevole su cui scaricare la rabbia…

Queste modalità le hai già provate tutte e non hanno funzionato, nel senso che spesso non sono servite alla soluzione e neanche ti hanno fatto sentire meglio, vero?

Prova adesso a cambiare ottica: tutto quello che accade nella tua vita ha lo scopo di insegnarti a conoscere te stesso, in particolare le parti di te che non ti piacciono e che neghi.

Solo in questo modo, con questo ‘aiuto’ esterno, hai la possibilità di osservarti, capire da cosa sei mosso, quali sono i tuoi reali bisogni, come puoi fare a soddisfarli, e poi dare empatia e amore al bambino che sei stato e che ancora vive in te. Ricordati che i bambini non mentono, raccontano le loro paure come possono, è compito degli adulti ascoltare e capire.

 


Adesso è compito della tua parte adulta occuparsi delle paure del bambino in te.


 paura4

 

Se impari a stare in ascolto di quello che senti e a manifestarlo con parole amorevoli, permetti alle persone che ami di conoscerti veramente e mostri loro che avere paura è normale.

Non hai più bisogno di fare il duro, quello che non crolla mai e risolve tutto… puoi imparare a stare nella fiducia che una Forza più grande lavora per te e, quando le situazioni che vivi hanno raggiunto il loro scopo (mostrarti chi sei), si sciolgono da sole.

 

 


 Questo testo fa parte della Carta n. 94 delle Carte Attive di Silvia Pallini

carte attive

 

 

 

Iscriviti subito alla Newsletter di Silvia!
Please wait

Se vuoi approfondire con me questo argomento scrivimi.

Vai su latuavitapienamente logo
E scopri le pubblicazioni di Silvia, i corsi e tutti gli eventi.