10 Dicembre 2017

Perchè la Scuola per Operatore Olistico Multidimensionale - l'esperienza di Silvia

Posted in Osservando noi stessi

Perchè la Scuola per Operatore Olistico Multidimensionale - l'esperienza di Silvia

Mi chiamo Silvia, ho 37 anni, vivo in montagna in una piccola valle attaccata alla Valtellina, in provincia di Lecco, e e ho appena finito il primo anno della scuola di formazione per operatore olistico multidimensionale.

Mi interesso da un po' di naturopatia e di  tecniche alternative per la cura e la consapevolezza di sé...fino all' anno scorso avevo sempre sentito parlare di costellazioni familiari ma non avevo mai avuto il coraggio di “ affrontarle”, era uno scoglio che mi faceva molta paura, nonostante le trovassi molto affascinanti e comunque affini ai miei pensieri.

Sono entrata in contatto con questa scuola e con Silvia attraverso LE CARTE ATTIVE, che ho trovato subito uno strumento efficace ed eccezionale per entrare in contatto con delle parti di noi che spesso tendiamo ad allontanare, per un motivo o per un altro, positive o negative che siano.

La carta pescata mi ha toccato molto, fin da subito, e ha continuato a parlare e lavorare per giorni, silenziosa e determinata, fino a che ho deciso di iscrivermi alla scuola, insieme a mio marito.

Il primo modulo dell'anno è stato per me molto forte: non conoscevo ancora Silvia, non l' avevo nemmeno mai vista, non avevo mai fatto costellazioni familiari, mi ero presentata lì solo perché delle carte mi avevano “parlato”..avevo la testa che mi giudicava e mi mi criticava in continuazione. Avevo molta paura di mettermi in gioco e di sentire cambiamenti dentro di me, dopo tanti anni spesi a costruirmi una corazza per sentirmi un benchè minimo stabile.

I cambiamenti ovviamente si sono fatti sentire subito.. mi sono ritrovata in un vortice di emozioni e di sensazioni che ancora lavorano dentro di me in profondità..costantemente.

SCUOLA FORMAZIONE OPERATORE OLISTICO SILVIA

Nel corso del primo anno ho provato e continuo a provare tutte le emozioni possibili e immaginabili:  terrore, felicità, rabbia, paura, serenità, dolore, gioia e tutte le sfumature che ognuna di esse porta dentro di sé.


Ho fatto e faccio tutt'ora molta fatica a volte a contattare il divino che è in me e prendere per mano la mia bambina interiore e portarla alla luce, e farle vedere che non è sola, ma che adesso ha un'adulta dentro di sé che cerca di  prendersi cura di Lei e farle sentire amata e protetta, in qualsiasi situazione, sia essa piacevole o dolorosa.


E' molto difficile, estremamente doloroso a volte, ma è l' esperienza più bella che potessi fare.

La prima volta che sono riuscita a entrare in comunicazione con Lei mi è apparso tutto più luminoso, più chiaro, più fluido e più semplice.

Inciampo ancora quotidianamente e so che la strada è ancora lunga perché spesso mi accorgo di perderla per strada, ma adesso sono sicura che questa è la via giusta e che questo è il tassello fondamentale che mi mancava.

Non so ancora se questo diventerà il mio lavoro in futuro, il mio giudice interiore è ancora molto attivo e sveglio e pronto ogni volta a criticarmi e a farmi sentire inadeguata e non all'altezza, ma sono certa che questo percorso sta lasciando dentro di me un' impronta indelebile, che mi lasci ogni volta più leggera, più fiduciosa, per diventare ogni volta sempre più presente nel qui e ora, dentro di me e nel rapporto con gli altri.

Ho una bambina di poco più di 2 anni e lei è il mio metro di paragone, la mia bilancia. Posso misurare con mano quanto questo percorso sta facendo bene sia a me che a lei, perché ogni volta che c'è un modulo della scuola torno a casa e immediatamente lei è cambiata, è un pochino più libera, più leggera, più energeticamente pura. Me ne accorgo dai cambiamenti evolutivi che fin da subito dopo si possono notare, e sono tanti e riconoscibili a vista d'occhio, e questo ogni volta mi colpisce e mi emoziona..perchè è come se tutte le volte mi mostrasse silenziosamente quante catene generazionali ci incatenano già fin da picolissimi, e quanto noi siamo legati al sistema familiare, ma anche quanto “poco” ci vuole o ci vorrebbe per sciogliere catene e legami che sembrano indissolubili, a volte invisibili e inesistenti.

Ci sarebbe tanto e tantissimo ancora da scrivere e raccontare, ma il mio intento non è quello di convincere nessuno a fare questa formazione.

Il mio intento è quello di raccontare la mia piccola e umile esperienza, nella speranza che sempre più persone riescano a connettersi con la propria parte divina che ognuno ha dentro di sé e che non aspetta altro di essere vista per illuminarci la via, e anche per vedere e coccolare il proprio bimbo interiore, che aspetta solo di essere visto e preso per mano da noi stessi per poter splendere di luce propria.

Secondo e questo è l' unica maniera per rendere questo mondo più luminoso e più energeticamente leggero...è l' unico mezzo per poter trasformare l' universo, interno o esterno che sia, e diventare consapevoli di un mondo fantastico che GIÀ è intorno a noi....sempre.

A me Silvia sta insegnando a renderlo visibile....

e a non avere paura..... nel frattempo!

Che non è poco!!!!!

- Silvia


 1 banner scuola

 

Iscriviti subito alla Newsletter di Silvia!
Please wait

Se vuoi approfondire con me questo argomento scrivimi.

Vai su latuavitapienamente logo
E scopri le pubblicazioni di Silvia, i corsi e tutti gli eventi.