02 Gennaio 2017

A proposito della Siria e di ogni forma di violenza

Posted in Osservando noi stessi

A proposito della Siria e di ogni forma di violenza

Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi inizia a migliorare se stesso.

 

Queste meravigliose parole di Gandhi sono per me una guida, mi riportano nel mio centro.

La paura, la rabbia e l'impotenza che provo di fronte alla violenza, di qualunque tipo, dalla guerra allo sfruttamento degli animali, a volte mi destabilizzano, mi chiedo se cambierà e se posso fare qualcosa... si, ma cosa?

 

Cosa funziona davvero?

 

Certamente sappiamo cosa non funziona; non funziona la repressione, la punizione, il giudizio e la condanna, spesso non funzionano neanche le buone intenzioni, questo mi sembra che sia sotto gli occhi di tutti.

Siamo tutti interconnessi, " il battito d'ali di una farfalla può provocare un tornado dall'altra parte del mondo"...

Se quello che avviene dentro di me, i sentimenti del mio cuore informassero l'Universo...

Se quello che ognuno di noi sente dentro di se e, di conseguenza emana, non andasse perso ma invece andasse ad alimentare contenitori energetici di quello stesso tipo, cioè in quella data frequenza...?

Se questi contenitori di emozioni poi si rovesciassero da qualche parte?

 

Immaginiamo un grande contenitore di rabbia, pieno della rabbia di migliaia di persone, magari rabbia negata e non manifestata.

 

Se un giorno qualcosa innescasse un movimento del contenitore tutta quell'energia di rabbia si potrebbe rovesciare da qualche parte... con quale risultato... forse una guerra...?

D'altra parte Gesù, per citare uno dei più famosi maestri, non ha insegnato a combattere contro i 'cattivi', ha insegnato invece a guardarsi dentro.

Nessuno può togliere la pagliuzza dall'occhio di un altro se prima non si accorge della trave che è nel suo.

 

Cosa c'entra questo con la guerra?

 

Molto, secondo me.

È molto facile giudicare gli altri quando fanno qualcosa di sbagliato, ma andare a vedere che anche dentro di me c'è rabbia, rancore, odio, vergogna, colpa è molto più difficile e doloroso.

 

Eppure è l'unica strada.

 

Quando ognuno di noi avrà affrontato i propri mostri interiori, guardato la propria rabbia, dato a se stesso l'empatia e l'amore di cui ha bisogno, solo allora smetterà di alimentare i contenitori di cui parlavamo.

E quando i contenitori della rabbia saranno vuoti ...

 

- Silvia Pallini

 

Iscriviti subito alla Newsletter di Silvia!
Please wait

Se vuoi approfondire con me questo argomento scrivimi.

Vai su latuavitapienamente logo
E scopri le pubblicazioni di Silvia, i corsi e tutti gli eventi.